domenica 30 novembre 2008

LX200R 8" configurazione finale


Dopo tanti mesi....incazzature con la moglie...mal di stomaco e sopratutto vagonate di soldi... :-(((( credo di essere giunto ad una configurazione pseudo-finale (tanto un astrofilo non si ferma mai...)

Vi allego alcune foto del tutto (rigorosamente fatte con telescopio montato in casa in questi periodi di nevicate improvvise).

Un grazie a Giuliano Monti della TecnoSky che mi ha realizzato la barra di supporto per il PENTAX con un vero lavoro da certosino e a cui sono grato per l'immensa disponibilità dimostrata.

Aggiungo la mia personale ricetta per chi cerca un metodo per

bilanciare LX200 su forcella:

OCCORRENTE:

  • barra portapesi da applicare sotto il tubo (io ho usato l'ADM) a coda di rondine
  • portapesi con barra filettata di 12-15 cm (sempre ADM)
  • pesi in quantita 1.5Kg, 1 Kg, 500 gr., 250 gr.

CONSIGLIO:

  • Non usate i pesi originali della Meade: per bilanciare il telescopio occorre infatti un sistema di bilanciamento libero di spostarsi nelle 3 dimesioni, il meade lavora solo in 2 dimensioni
PER INIZIARE:
  • montare il telescopio
  • aggiungere la barra portapesi
  • montare sul telescopio tutto quello che utilizzerete per la sessione
  • se aggiungete o togliete o spostate qualcosa , il bilanciamento và ricontrollato
  • chudete le frizioni di declinazione e AR
DECLINAZIONE (FASE PRIMA bilanciamento 2D):
  1. Assicurarsi il tubo sia bloccato in declinazione e AR
  2. montare dei pesi cominciando da quello da 1Kg. avvitandolo sino in fondo in modo che sia più vicino possibile al tubo ottico
  3. mettere il tubo in posizione parallela al terreno
  4. tenere con una mano il tubo e con l'altra sbloccare la frizione in declinazione
  5. verificare dove tende ad inclinarsi il tubo e spostare il supporto portapesi nella direzione opposta.
  6. se si arriva a fine corsa e non si è ancora bilanciato il tutto , aggiungere altro peso e ripartire con il punto 3 sino a quando si riesce ad ottenere che il tubo resti fermo
  7. NOTA: Il bilanciamento migliore per la declinazione si ottiene con una quantità di pesi che riesca a far stare il supporto portapesi in linea (verticale) al perno che tiene il tubo ottico alla forcella. Infatti più si riesce a stare vicini al perno (come distanza in linea retta) minore sarà il momento di forza applicato al sistema telescopio.

DECLINAZIONE (FASE SECONDA bilanciamento 3D):

  1. Lasciare la frizione di AR bloccata
  2. Sbloccare la frizione in Declinazione
  3. Porre il tubo in verticale (che guardi allo zenith) avendo cura di tenerlo con entrambe le mani
  4. Senza spostare assolutamente il supporto pesi dalla posizione trovate durante il bilanciamento in Declinazione: capire in quale verso tende a ruotare il tubo (verso il lato dove sono i pesi o verso il lato dove sono le strumentazioni)
  5. Se il tubo tende a ruotare verso la parte delle strumentazioni, svitare i pesi allontanandoli dal tubo ottico (se si arriva alla fine del perno il peso applicato è troppo poco: ripartire dal bilanciamento in declinazione fase 1 applicando più peso spostando il punto di applicazione precedente oppure spostare gli accessori come telescopio di guida traslandoli verso il secondario)
  6. Se il tubo tende a ruotare verso la parte dei pesi, avvitare i pesi avvicinandoli al tubo ottico e riprovare (se si arriva alla fine della filettatura con il peso attaccato al tubo ottico e non si è ancora raggiunto il bilanciamento togliere pesi dal supporto e ripartire a bilanciare in Declinazione fase 1 spostando il punto di applicazione precedente)

VERIFICA BILANCIAMENTO DECLINAZIONE:

  1. lasciare bloccata la frizione in AR
  2. sbloccare la frizione in Declinazione
  3. se tutto è bilanciato correttamente in qualsiasi posizione venga messo il tubo ottico lo stesso deve restare perfettamente fermo , non deve muoversi lentamente verso alcuna direzione , se ciò non avviene ripetere il bilanciamento dall'inizio.

AR:

  1. mettere il tubo in posizione orizzontale bloccare la frizione in Declinazione
  2. posizionare il tubo con AR a zero
  3. tenendo con una mano una delle maniglie sulla forcella sbloccare la frizione in AR
  4. verificare in che direzione tende a girare il tubo
  5. se gira in senso orario (com'è nel 99% dei casi) occorre sistemare un peso sulla forcella di sinistra
  6. se gira in senso anti-orario occorre sistemare un peso sulla forcella di destra
  7. l'ideale è che si aggiungano pesi solo a destra o solo a sinistra in modo che in qualsiasi valore dell'AR la forcella resti ferma e non giri
  8. NOTA: è opportuno sbilanciare leggermente in AR facendo si che la forcella ruoti in verso anti-orario (molto molto lentamente) in modo che durante l'inseguimento per astrofotografia gli ingranaggi del motore di AR siano sempre in presa.

Spero di essere stato utile, a disposizione per chiarimenti e discussioni.

Saluti,

Leo

4 commenti:

Nicolò ha detto...

Ciao,
intanto grazie per aver condiviso queste informazioni, essendo in procinto di acquistare un lx200 saranno molto utili!

Mi potresti solo dire dove hai trovato i contrappesi ADM, ho fatto una ricerca in google ma della ADM trovo parecchi acessori ma non i contrappesi.

Grazie!

Leonardo ha detto...

Ciao, figurati se vuoi qualche dritta in più scrivi pure.

Se vuoi fare astrofoto ti sconsiglio una montatura a forcella , prendi magari solo il tubo ottico dell'LX200

I materiali ADM li trovi da www.deep-sky.it , li ho acquistato anche il telescopio

Leonardo ha detto...

Pensadoci è meglio rivolgerti a www.tecnosky.it che ha contrappesi di altre marche ma simili perchè poi resta il problema dei pesi che sono filettati su metrica americana, io ho dovuto farmeli fare da un fabbro.

Nicolò ha detto...

Perfetto, mi informerò con tecnosky!