mercoledì 29 ottobre 2014

"Quelli Che Benpensano"

Meglio soli...che male accompagnati... meglio un bel taglio all'ipocrisia che ci circonda e restare con il vero in tasca. Anche se poca cosa. Vedere le persone incollarsi con le loro lingue a seconda di come tira il vento non è proprio un bel quadretto. La coerenza è una qualità rara ed il merito è questione ormai di puro opportunismo.


Siamo tutti nati nel fango, ma alcuni di noi guardano le stelle ...

Ho passato una bella estate ... pur con tutti i limiti delle mie condizioni di salute .. sapendo di non poter portare a spasso setup esagerati .. mi sono preso un obietto Canon EF-200 F2.8 L USM II ... una belva ... che razza di lente !!!! In confronto il 70-200 EF-L F4 sembra rotto ... campo e correzione sono di un altro pianeta e rende il 200 fisso un ottimo obiettivo da astrofotografia, mentre il 70-200 è veramente pessimo per una full frame a questo scopo. Insieme all'obiettivo mi sono portato la 5DMKII modificata, il fido vecchio glorioso inossidabile Pentax 75 SDHF, la fida HEQ5 .. due batterie da auto  .. un paio di chili di cavi e connettori .. ed un caricabatterie, queste ultime cose stipate in una valigetta della LIDL (piena all'inverosimile). Tutto quanto la famiglia mi ha concesso di caricare è stato ciò ... io ogni anno fantastico di passare giorni di vacanza a fare astrofotografie ... poi puntualmente ... 'ttaccate!!! Sono lontani i ricordi di quando con altri astrofotografi s'andava in giro per montagne e passi alla ricerca di bei cieli neri ... sono tempi che ricordo con molta ma molta nostalgia.

Ho passato le vacanze in Umbria dai miei e poi nel Salento ... ho scorrazzato tra colline ... zanzare e umidità per quel di Todi in occasione della SuperLuna ...

Todi ... Colline Umbre ... superlune ... zanzare ed un povero sognatore!


soggetto che non ho allineato per errore di calcolo nella foto che avevo in mente. Primo assaggio del 200mm ... una gioia da usare ..

Superluna di Agosto .. Collina di Todi (PG)

Avendo dietro il Pentax 75 mi sono anche cimentato in una bella ripresa diurna della Luna con moltiplicatore di focale Kenko 1.4x ...

La Luna di giorno ...

Ho scorrazzato anche in giro con famiglia .. l'Umbria è una regione fantastica ... la mia terra ... un passaggio a vedere i luoghi di "Don Matteo..." e una bellissima sosta davanti al duomo di Spoleto ..

 
 
Il Salento c'ha accolto con i suoi spettacolari tramonti ... come se si fosse alla fine della Terra ... ho provato a fare qualche foto notturna della Via Lattea ma l'inquinamento luminoso è troppo marcato e rende ogni tentativo veramente vano. Pensare che anni fa la Via Lattea sembrava un gruppo di nuvole nel cielo nero. Ora i fari dei super mega trulli illuminano al cielo le vanità. Ma ci sta anche questo !!
 
Pensare che questo è esattamente il SUD !!!!!

Tramonto d'oro !!!

Burn it !!
 

Ho montato il mio accrocchio composto da anelli da cercatore con obiettivo da 200mm sopra il Pentax ... avevo studiato il catafalco a casa e non ero sicuro del funzionamento .. invece tutto liscio come l'olio ... cielo a parte ... Un faro da 300W schermato con un cartone ... la posizione scelta per nascondermi dietro la palma e non avere le luci dei trulli sopra la collina nelle lenti ... ed ho acceso il tutto ... a F4 con un cielo da 19.90 ci vuole coraggio. Le prime pose mi sembrava di avere una ciambella nell'obiettivo ... dire che ero deluso è dire poco ....ma tanto li ero e quello potevo fare astrofotograficamente parlando. Non potendo superare i 3 minuti di posa ho optato per tante pose sperando in un miracolo. Fino a che non sono tornato a Torino ... non ero sicuro di aver concluso qualcosa ... di 8 soggetti ne ho tirati fuori 3 ... il resto l'ho buttato o abbozzato per la pessima qualità ed i gradienti catastrofici.
 
Era da tanto che sognavo di fare un mosaico del centro della Via Lattea ... laggiù a sud c'è il mare ma ad agosto la Via Lattea ha passato già il meridiano ed è sopra i fari dei parenti....c'ho provato lo stesso. Ho tribolato come un matto per il processing ma il mio primo vero mosaico è uscito fuori .. un fantastilione di stelle ed una benedizione all'obiettivo che custodirò gelosamente ... a F4 correzione cromatica e campo stupendo sul FF. Colori bellissimi. Mosaico di 4 fotogrammi.

"Surfing the Milky Way Dark Rift"
  
Ho ripreso la Cometa Jacques in varie posizioni ma i gradienti hanno vanificato tutto, metto comuque uno stacking sul nucleo della cometa nell'area  della Bubble Nebula ... peccato sarebbe stata una foto fantastica. Ho scoperto tra i primi credo la incredibile lunghissima coda ...
 
Tentativo sulla cometa Jacques
Cometa che avevo tentato qualche giorno prima di partire da Torino con l'RC in una notte di nubi e brutto seeing
 
Nucleo della cometa con l'RC
Al ritorno dalle vacanza ennesima SuperLuna su invito del super mega Astrofotografo Stefano De Rosa che ringrazio per l'invito e con cui mi vergogno sempre di confrontare i miei pessimi risultati. Una location incredibile in periferia di Torino per questa immagine della Super Luna con la basilica di Superga ... i colori erano quelli reali ... da maschietto e femminuccia
 
Crop 100% della Super Luna di Settembre
Sempre dalle vacanze due astrofotografie che riassumono la soddisfazione di questa estate, una foto del Grande Rift nel Sagittario (usata poi come uno dei 4 pannelli della foto sopra postata) e la foto della zona della Nord America nel Cigno ... sono due foto stupende con dei colori magnifici. La quantità di stelle è l'assenza di aberrazione su tutto il campo rendono giustizia al 200mm Canon ... sapendo da dove ho tirato fuori le foto non oso immaginare cosa è in grado di fare questo obiettivo da un ottimo cielo e soprattutto in mano ad un bravo astrofotografo.

"Sagittarius Dark Rift"
 
Nord America Area
 
Per ultimo la foto più bella che abbia mai fatto .. il mio futuro che guarda già avanti ... oltre me !!
 
Ale & Edo ...
 
Un saluto a chi si imbatte in queste quattro righe di passione,
Leo
 
 


 


giovedì 25 settembre 2014

Al "mare" di notte ...

"L'amicizia è un legame, una relazione e un sentimento tra due o più persone, caratterizzato da una rilevante carica emotiva e fondante la vita sociale del singolo individuo. In quasi tutte le culture, l'amicizia viene intesa e percepita come un rapporto alla pari, basato sul rispetto, la stima, e la disponibilità reciproca."
 
...e ho detto tutto !!!
 
 

Giro sempre come un pazzo in cerca di ottimi cieli, ma spesso ho schifato i posti a cui posso accedere con logistica ottima. E' un peccato .. si pensa sempre che l'erba del vicino sia più verde e quello che sembra essere un ripiego a volte ti sorprende.  L'astrofotografia in solitaria è una cosa molto triste per me, certo ha il suo perché in certi giorni o per certi caratteri ma la condivisione è sempre gioia (o cosi dovrebbe essere se epurata da altri annessi e connessi).

Serata di luglio in alta quota con mia moglie ... siamo partiti al pomeriggio per andarcene al Col Basset (9 km da casa) 2580mt. Un posto bellissimo di giorno ....

Verso la Valle Argentera

Guardando le piste da Sci
Riserva sempre tante sorprese

Nuvole al Tramonto

Temporale ed Arcobaleno

Monto l'attrezzatura con molta calma .... mi rilassa quando c'è tempo per fare tutto senza correre ... senza quella frenesia che ti prende specialmente quando da tanto non fotografi. Mi sono portato la Mach1 e l'FSQ ridotto e la QSI. Mi sono anche portato Canon e obiettivo da 24mm deciso a fare un po' di timelapse.

Parto subito da quello ... la tecnica dell'Holy Grail per riprendere timelapse con condizioni di luce variabile (transito giorno notte o vicevera) ... non è proprio rose e fiori ... a parte il software in postproduzione che deve essere idoneo prevede accorgimenti di ripresa complessi. La miglior cosa che abbia provato .. dopo aver toppato con il metodo AV che mi porta ad un flickering assurdo .. è quella di usare un tablet. Mi sono preso un Nexus con Android a 139€ del 2012 nuovo su Amazon. C'ho poi installato sopra un programma gratuito chiamato DSLRDashboard ... veramente fatto bene che ha una modalità di ripresa studiata per l'Holy Grail per chi sa che userà poi LRTimelapse (bel pezzo di software anche questo). Con questa modalità il controllo dell'esposizione è automatico, con un cavo USB mi sono connesso alla Camera e impostati i valori min e max di ISO e tempi di ripresa, il software decide in base alla media della luminosità di ogni scatto .. come aggiustare la successiva ripresa. In più se si dice il tipo di transizione (sunset o sunrise) ...si obbliga il software a aumentare o diminuire solo l'esposizioni o gli ISO in modo da non avere grossi problemi di flickering.

Ho fatto un timelapse alla via Lattea con transizione dal tramonto sino a notte inoltrata ... allego due frame significativi ognuno da 15s F2 3200ISO. Il timelapse è terminato ma non l'ho pubblicato ancora.

La Via Lattea al tramonto sopra le luci di Sestriere, a  destra il Fraiteve

Il "MARE" di Stelle .. da togliere il fiato, dietro in fondo il Parco del Queyras

Ma che Via Lattea c'era ... un cielo bellissimo come non mi capitava da tempo ... limpido e con un ottimo seeing ... letteralmente un mare di stelle che partiva dalla Via Latte alla periferia a sfumare ... il cielo sembrava un'immensa spiaggia, le magie dei cieli di alta quota. Con mia moglie ci siamo messi a guardare questa meraviglia .. da pace .. da serenità.. da consapevolezza di se stessi. Sono emozioni che si provano troppo poco per i mei gusti.

Qualche misura al cielo ha evidenziato alti valori di SQM-L pur in assenza di nebbia a coprire le luci della vallata ... poco prima del tramonto c'è stato un temporale .... e dopo ogni temporale il cielo è veramente ottimo. Valori di 21.71 di massima con una media di 21.59 ... è stata una settimana particolare .. leggero poi quasi gli stessi valori anche da Castelmagno. Roberto da Bellino mi conferma poi anche lui le letture e la presenza di un cielo di qualità veramente rara.

Soggetto della nottata ... non rispettato in attesa che il resto del temporale sloggiasse ho dovuto cambiare strategia per il persistere di alcune nuvole sul centro della Via Lattea. Sono salito verso lo Scudo puntando dentro il Dark Rift ... inquadratura su un piccolo soggetto , la SH2-56 contando sul planetario che diceva la zona essere ricca di altri oggetti compresa una VdB.

Al primo scatto in luminanza sono rimasto meravigliato, c'era tanta di quella roba dentro ... dove in realtà dovrebbe essere tutto bello scuro. Essendo la notte molto corta ho optato per una sola ripresa RGB senza luminanza con la speranza di ottenere una buona resa. Inoltre essendo i filtri anti IL si ottengono diametri stellari molto ridotti rispetto alla luminanza che alla fine può essere sostituita da una sintetica derivata dalla somma di R G B . Ho avuto in tutto 3 ore e mezza che ho sfruttato in pieno anche grazie a Voyager e la guida automatizzata con PHD2 che ha funzionato alla grande.

Alla mattina ho smontato con un bellissimo spettacolo di Venere che sorgeva verso l'imbocco della Valle ad est ... con le Pleiadi ed il Toro in bella vista.

Venere all'Alba, le Pleiadi .. il Toro. Sulla sinistra il Rocciamelone a destra l'Albergian

Questo il risultato su SH2-56 ... nonostante il solo RGB sono andato veramente profondo.

Area centrata su Sh2-56

A testimonianza linko un immagine di un bravo astrofotografo americano centrata sulla VdB che mostra quanto possano presentarsi diverse le rappresentazioni della stessa area se riprese da ottimi cieli http://www.jthommes.com/Astro/IC1287.htm

Grazie di cuore per avermi accompagnato al "mare" ...

Io e Te

Un'altra tacca sul cavalletto ... ringrazio il cielo ... sempre !!

Ciao,
Leo

giovedì 18 settembre 2014

"Ti spengo le luci ....???"

Storie d'altri tempi ... storie di persone semplici e vere ... pillole di pace e serenità che cancellano stati d'animo perversi nell'era dei social e del falso sotto lo zerbino.
 
Sono indietro con il mio blog ... me ne scuso con i miei assidui lettori (mia moglie ... mia madre ... Tom e Jerry  e me stesso ... la signora che ha i fiori sull'attico e che mi vorrebbe sfrattare con tutto lo scaldabagno) ... riprendo da dove mi si è fermato il cuore (questo cuore che mi sta facendo soffrire cosi tanto !). 30 Luglio ... un serata che dimenticherò difficilmente.
 
Il tempo è quel che è ... non è una novità, un demone perverso ed anche un po' bastardo si diverte a soffiare nuvole e rovesciar tempeste su quasi tutta l'Italia ... ma soprattutto sopra le teste di noi poveri terroni del nord. Non si riesce ad incastrare una serata ... scrivo a settembre ma se avessi scritto allora sarebbe stato uguale. Tuttavia i buchi di sereno bisogna prenderli al volo ... sempre se uno si regge in piedi certo !!! Compiacenti al lavoro ... riesco a ritagliarmi una nottata di foto.
 
Come sempre sono da solo ... sarà l'antipatia sarà che è in settimana ... però mi rendo conto che tutti gli astrofotografi che conoscevo (qualcuno non lo vedo da anni) si sono sistemati con il proprio osservatorio, remoto o fisso che sia. Sono contento per loro ma triste ... e molto per me ... nessun compagno di merenda con cui condividere questa passione (a parte questo povero blog).
 
Destinazione Castelmagno ... posto incantato finche dura !!! Li una bellissima serata d'estate mi aspetta ... il piazzale è pieno di scout e giovani che fanno il cammino del GTA, riposano nelle ex stanze dei frati. Inoltre ci sono gli uomini dell'ARPA impegnati all'indomani in una ricognizione ambientale. Decido di mettermi nel piazzale inferiore ... avrei voluto salire da "Pantani" ... ma da solo non me la sono sentita.


Piazzale
   
HEQ5 con ruggine rispolverata, FSQ sempre perché ormai non s'azzecca più una nottata con seeing buono ... 683 rispolverata perché le DSLR sono semplici ma non c'azzeccano un'acca con un CCD e mi sono stufato ...

Setup
 
L'orizzonte al tramonto è bellissimo .. avvio una serie di timelapse nelle varie direzione fra montagne e giochi di luci ed ombre ... non manca un bel selfie social per mia moglie in ansia a casa .
 
 
Me Myself and I

Santuario di Castelmagno
Tramonto in Valle
 
Poi mi accorgo di un bel faro che si accende sul più bello dal Santuario proprio in direzione del piazzale... m'avvilisco ma capisco che infondo ognuno ha da campare .. comincio a smontare il tutto per tornarmene a casa ... poi mi ricordo di quello che aveva detto Roberto e mi pare di ricordare che verso le 23 venisse spento. Vado verso il bar per chiedere ... fatico quei 100 metri di salita come se avessi fatto una maratona e arrivo sudato ed ansimante dal collaboratore del Padre Rettore. Chiedo gentilmente della luce e qui mi stupisco ... telefonata al Padre Rettore "Padre ci sono i ragazzi delle foto astronomiche che faccio ??" -- Risposta "Spegni tutto e salutameli" ... !!!!!!!! Ecco cosi dovrebbe essere il mondo che vorrei (IO) ... persone d'altri tempi e d'altri modi. Almeno per quella sera.
 
Felice come un pasqua me ne torno giù, rimonto quello che avevo smontato e aspetto la notte ... giusto in tempo per un bellissimo timelapse sulle mucche al pascolo ed il tramonto in Holy Grail...

La notte arriva ... mi sono dimenticato come si allinea la HEQ5 ... e sono li che maneggio. Arriva la visita del Dott. Giacomo Rossi dell'ARPA, voleva ovviamente osservare dal telescopio ma ahimè il tele era in configurazione foto, decido allora per non deluderlo di fargli vedere le foto del mio sito. Poi passo ad illustrargli il cielo dal vivo, la Via Lattea è bellissima e si capisce che sarà una notte stupenda... è molto colpito da quello che vede e cerco di impostargli anche il discorso dell'IL. Poi i primi scatti di prova con il CCD, la meraviglia che hanno suscitato in lui mi ha fatto ricordare la mia ai primi scatti della mia strada da aspirante astrofotografo. Il freddo prende il sopravvento, ci sono 8 gradi ... Giacomo rientra ed i parto per le stelle :)

Il cielo è bello .. è buio .. è trasparente ... soprattutto è sereno ed è sopra la mia testa (non in una webcam remota) ... ciò non ha prezzo !!! Attacco Voyager direzione Cefeo ... Iris Nebula ... via di autopilota e tutto ha inizio ... io continuo con i timelapse ... la macchina segna già 15000 scatti ... la Via Lattea è il soggetto principale ... ripresa da 3 diversi quadranti di cielo ... diventeranno una sequenza di 3 filmati.


La Via Lattea ad inizio nottata ...

Scudo Aquila e Cigno ... dietro al Santuario
 
Bellissimo vedere le luci delle celle dei frati illuminarsi come tante lucciole durante la notte ... nel timelapse sono di un effetto incredibilmente bello (sempre per ME). Arriva l'alba ... ritiro il timelapse e l'ASUS con android che lo controlla ... verifico che Voyager abbia fatto tutto e avviato il warmup del CCD.

Smonto ... mi godo l'alba bellissima ... metto tutto nel mio cuore poverino e un pezzo nell'anima per non affaticarlo troppo, ringrazio il cielo per una nuova nottata tra le stelle e me ne torno a casa soddisfatto, ormai non potrò più ambire ad una bella foto come una volta perchè l'esposizione è ridotta a causa della singola nottata ... però sono soddisfatto ... un cielo costantemente intorno ai 21.60 mi regala un bel quadretto della Iris e delle polveri circostanti ... la 683 spinge sull'HA e nel blu e oro delle polveri compaiono delle bellissime striature d'idrogeno. Le pose da 8 minuti mi costringono a tirare il segnale e le stelle diventano difficili da contenere ma tanto posso per prendere il numero di pose necessario in una sola notte.

Per me è buio ...

Iris Nebula

Ringrazio Tom e Jerry per la pazienza, il cardiologo per mantenermi in vita .... e un bacio al mio più accanito fan ... mia moglie!!

Leo
 

lunedì 4 agosto 2014

Astro Terremoto

Quest'anno è una tragedia ... non credo d'aver visto di peggio da quando faccio astrofotografia. Piove ed è brutto ... poi piove ed è brutto ... poi ancora. Da una parte sono contento cosi recupero dall'altra invece mi spiace tanto. Soldi non ce ne sono e nemmeno la strumentite può alleviare l'insoddisfazione di fondo.
 
Piove ... sempre !!!
Nemmeno l'Arcobaleno tira su !!
 
Mi diverto a sviluppare il mio Voyager che ormai è abbastanza cresciuto per darmi soddisfazioni.

Voyager Automation


Resta il fatto che mi sento come il capitano Avatar ... triste e preoccupato ...

Grande Avatar
Ho fatto su e giù da Pragelato non so quante volte con la speranza di poter fare foto, questa passione non lascia scampo è come una droga a volte. Km macinati con la convinzione di poter trovare uno scampolo di sereno invece ... un bel po' di delusioni. L'astrofotografia è fatica e sudore ... sconforto che a volte non ha senso. Decido cosi di fare foto a singhiozzo, l'avevo già fatto qualche anno fa. Preparo tutto e allineo e scatto quando appena le nuvole si spostano ... cosi sono riuscito a fare due soggetti nell'arco di tre settimana per la bellezza di 180 minuti ... ossia 3 ore e mezza in quatto giorni. DA PAZZI !!!! A volte mi faccio paura da solo ... qualche neurone si ribella ogni tanto ma gli altri lo zittiscono subito, le foto arriveranno sino a quando questi singoli episodi non saranno maggioranza :)

La bellezza di tre anni fa mi ero accorto di un soggetto bellissimo che avevo ripreso in un largo campo, si trattava dell'ammasso aperto IC1311 nel Cigno ... il Cigno era ancora basso ma il tempo dall'altra parte del cielo era tremendo. La tecnica a singhiozzo è snervante ... tante pose buttate a meta e tutta la notte in piedi. Morale in quel del 7 giugno ho messo da parte 6 pose da 5 minuti per canale colore. Il seeing è stato praticamente perfetto per metà nottata attestandosi in 1.54" su pose da 5 minuti poi è salito sino a 1.98" ...  Ho usato l'RC vederlo li con le ragnatele mi ha messo una tristezza. E si che questo strumento mal si addice a posti come le Alpi dove le notti serene e con buon seeing sono molto poche, per come ho detto altre volte .. le sensazioni che da sono uniche.

Ne è uscito un'immagine molto tirata per la gioia di quelli che dicono che il KAI4022 sia cieco e molto nell'HA.... come solito tanti parlano guardando le carte ... in periodo di 16/30/40/90 ore d'esposizione per canale io mi sento un pirla ad aver fatto una RGB 90:90:90 ... ehi minuti ovvio !! Ma tant'è .... le mode passano in fretta ... oggi sei un mito .. domani sei un pirla .... oggi ti cercano ... domani gli dai fastidio .... mah valle a capire le mode !!

Ecco il risultato ... a me piace come tutti gli scarrafoni a mamma sua:

IC1311 nel Cigno

Contento come una Pasqua decido d'insistere con l'RC e la super tecnica a singhiozzo ... obiettivo M13 ... 600 KM di viaggi ... per un modestissimo risultato su M13 ... che sono anni che inseguivo con l'RC .... ma STAVOLTA .... il diavolo altro che zampino. La sera miglior decido come sempre di riprendere la luminanza lasciando i colori alle notti peggiori di seeing. 1.54" su 5 minuti di posa ottimi ... faccio 2 pose poi stop ... Massimo mi era venuto a trovare. L'AO non ha voluto più saperne d'andare .... ho cristonato un po' poi ho deciso di sconnetterla e guidare in modo canonico. L'FHWM è subito salito sopra i 2" comunque accettabili per una buona immagine. Il giorno dopo un calvario per capire cosa fosse successo, poi mi viene in mente il firmware ... contatto di domenica il gentilissimo Terry titolare della StarlightExpress e mi conferma le mie paure, mi dice che la cosa da risolvere è semplice, basta ricaricare il firmware (a patto di non aver fatto l'ERASE dall'utility dell'AO).... fortuna a voluto che fosse cosi e magicamente l'AO è ritornata al lavoro. Nella notte riprendo sempre a singhiozzi ma STAVOLTA il TERREMOTO ci mette lo zampino ... scosse sino a 2.5 della scala Richter vanificano l'opera di guida anche con l'AO risultato tante pose mosse e alcune da buttare. Sconsolato me ne vado a dormire in anticipo convinto che non è periodo. Deluso è poco ... pazienza l'inconveniente tecnico, pazienza il tempo ... pazienza tutto ma il terremoto no !!!!

Decido comunque di mettere insieme le macerie di pose ottenute in tre giorni, il risultato mi piace. Lavoro molto sul nucleo per renderlo leggibile anche se il risultato sembra poco naturale. E' stato un bell'esercizio comunque. Rabbercio le stelle terremotate e sfrutto il minimo del colore sindacale che in caso di soggetto stellare faccio sempre in binning 1. Il risultato tanto è:

M13 terremotato

Infine non mi sono fatto mancare un test di ripresa con obiettivo da 24mm in vista delle ferie. Sono salito al Gran Puy in una notte impossibile con l'intenzione di fare la Via Lattea. Nebbia vento e nuvole avrebbero fatto desistere ogni cristiano normale ma non un astrofotografo incallito ...  rimasto imperterrito sino alle 1.10 il miracolo si è poi compiuto. Ho goduto di una bella vista e mi sono sbizzarrito con foto e fotine. Ecco il risultato, il 24mm della Samyang mi ha letteralmente conquistato .. un portento.

Ho abbozzato anche un mosaico ma per quello sono ancora troppo indietro.

Mosaico Via Lattea da Gran Puy

Cigno dal Gran Puy

Apettando che la Luna se ne vada .. sempre Gran Puy

Albergian tra la nebbia
Metodo a Singhiozzo ...

Via Lattea da Pragelato 5x300s

Speriamo bene per le prossime lune.
Leo

lunedì 21 luglio 2014

"Ladra di Sogni ..."

Mi sento come chi si è svegliato proprio nel bel mezzo di un bellissimo sogno ... quella rabbia che spegne il godimento in corso ... la sveglia che ti riporta in mezzo alla bolgia.

Una bella serata di Maggio al Moncenisio ... sapevo che sarebbe stato brutto ma di tempo non ne ho molto .. ho usato le forze che avevo per un'uscita in solitaria (come sempre da un po' di mesi)...

Posto incantato ... di una bellezza incredibile.. arrivato un'immagine mi apre il cuore e mi turba. Fosse un segnale che ti dice ".. il tuo posto era anche qui .. " , preferisco vederla cosi

Eccomi..
Il cielo è nuvolo ... aspetto la notte ... ma le nuvole non si aprono. Torino da un bel fastidio ma rende l'ambiente molto fotogenico ... un bolide fa capolino tra le nuvole e la speranza che si apra e possa far foto non muore.

Bolide tra le nuvole

E quello che sembra non è ... è giorno ???  No è solo un modo per vederci più chiaro.

Cascata in notturna

Il cielo si aprirà per 20 minuti per un bel 21.45 SQM-L ... sud poco utilizzabile ma pace assoluta. L'anima gioisce ... la passione un po' meno. Tanti scatti per i timelapse che forse un giorno sistemerò ed uno sprazzo di Cigno prima che tutto si richiuda.

Il Cigno sorge

Costellazioni primaverili

Si chiude baracca e burattini ... il teatrino delle emozioni staserà si è fermato in anticipo. Una brutta vena di tristezza e scoraggiamento s'è impossessata dei miei giorni e della mia passione. Rifletto quindi sulle mie pochezze ... sulla rabbia che mi nutre ... sulle mie paure ... MA .... non ci piove ... le Stelle del Cielo saranno li .. erano li prima di me .. saranno li dopo di me !!!

Cieli sereni ... sempre e ovunque,
Leo